Acquistare la casa con il nuovo decreto Sblocca Italia

Con il Decreto Legge n. 133/14 viene introdotto, o per meglio dire regolamentato il Rent To Buy: sistema che permette di acquistare la casa dopo un periodo di affitto “speciale”.
In realtà questa pratica di affitto/acquisto esisteva già in Italia e si era diffusa ancora di più dopo l’inizio della crisi.
Ma come funziona il Rent to Buy?

Quando l’affitto si trasforma in acconto

In pratica il Rent to Buy è uno speciale tipo di compravendita in cui l’immobile è affittato ad un prezzo maggiore rispetto al normale prezzo di mercato, ma una parte dell’affitto viene versata in una sorta di acconto che sarà utilizzabile al momento che si vuole acquistare la casa.
Il Rent to Buy consente di rinviare nel futuro gli effetti di una compravendita, permettendo allo stempo tempo al potenziale compratore di ottenere fin da subito l’utilizzazione della casa e di recuperare, tutto o in parte, i soldi versati per l’affitto.

Come funziona il Rent to buy

L’inquilino entra subito a vivere nella casa che ha deciso di acquistare e versa un acconto che ammonta di solito ad una piccola percentuale del costo dell’immobile.
Inoltre viene pattuita una data di scadenza, al termine della quale l’inquilino procederà all’acquisto dell’immobile.
Durante questa fase “preparatoria” l’inquilino versa mensilmento al venditore un importo (un normale affito), il quale viene considerato in parte canone di affitto e in parte viene versato in un deposito che darà vita all’acconto per l’acquisto futuro della casa.
Fonte: Altalex

Questa voce è stata pubblicata in Normative. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>