Agevolazioni Prima Casa: Perdita

perdita agevolazioni prima casa

In una precedente guida avevamo discusso dei requisiti richiesti per poter sfruttare le agevolazioni sull’acquisto della prima casa previste dallo Stato. Adesso cerchiamo invece di comprendere quali sono le cause che possono portare alla perdita delle suddette agevolazioni.

La perdita della agevolazioni sulla prima casa avviene nel caso di:

  • rilascio false dichiarazioni nell’atto di acquisto
  • mancato trasferimento della residenza nel Comune in cui è ubicato l’immobile entro i 18 mesi previsti per legge
  • vendita o donazione della casa prima che siano passati 5 anni dall’acquisto, a meno che entro un anno non si proceda ad acquistare un altro immobile ad uso abitativo

Nella risoluzione n. 33/E del 15 marzo 2011, l’Agenzia delle Entrate chiarisce i motivi della dell’agevolazione fiscale sulla prima casa, nel caso di successione con un solo immobile e più beneficiari. Cosa comporta la decadenza dell’agevolazione? Prima di tutto il recupero delle imposte nella misura ordinaria, oltre all’applicazione di una sanzione del 30% sulle imposte dovute e agli interessi relativi alla mora. Più precisamente l’ex beneficiario dovrà pagare il restante 4% sull’imposta di registro o il 6% sull’Iva, le imposte ipotecarie e quelle catastali del 2% e dell’1%, una sovrattassa del 30% e i relativi interessi che variano in base al periodo: questi saranno uguali al 2,5% dal 1° gennaio 2004 al 31 dicembre 2007, del 3% dal 1° gennaio 2008 al 31 dicembre 2009, dell’1% dal 1° gennaio 2010 al 31 dicembre 2010, e dell’1,5% dal 1° gennaio 2011.

agevolazioni prima casa perdita

Nel caso di vendita della casa entro 5 anni dall’acquisto si aggiunge a carico del cittadino una tassazione con aliquota del 20% sulle plusvalenze, da pagarsi solo se l’immobile non è stato adibito ad abitazione principale per la maggior parte del periodo di detenzione della casa.

L’azione di controllo e verifca sulla sussistenza dei requisiti per le agevolazioni sulla prima casa è di competenza dell’Ufficio delle Entrate, il quale può esercitare tale diritto entro un termine massimo pari a 3 anni. Tale periodo può esser calcolato a partire dalla:

  1. data dell’atto di acquisto, in caso di rilascio di false dichiarazioni sul possesso dei requisiti richiesti;
  2. data di cambio di residenza in caso di vendita della casa entro cinque anni dall’acquisto (ovviamente senza procedere all’acquisto di un’altra nei dodici mesi successivi);
  3. scadenza del termine dei 18 mesi previsto per il trasferimento della residenza nel nuovo Comune (vale nel caso in cui si abitasse in un Comune diverso al momento dell’acquisto).

 

Una risposta a Agevolazioni Prima Casa: Perdita

  1. VJ scrive:

    Stiamo cercando di vendere il mio mini appartamento, sul quale ho avuto il contributo a fondo perduto dal luglio 2007. Ci hanno detto in banca che se lo vendiamo prima di fine anno, dobbiamo solo restituire una parte dell’erogazione del 2013, quella corrispondente ai mesi di quest’anno in cui non sarà più nostro. Da quanto letto sopra invece, mi pare di aver capito che avremo più penali, quindi nella quota che dobbiamo recuperare dalla vendita, dovremo tener conto di ciò. Ho capito giusto?
    Grazie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>