Arredare Shabby Chic

arredare shabby chic

Per arredare Shabby chic la cosa fondamentale è che i mobili abbiano un aspetto vissuto, con linee classiche, fronzoli e riccioli.

I colori adatti sono polverosi, che simulano la patina lasciata dal vento. Colori non troppo vivaci, tinte dall’avorio, al panna ed al burro.

Lo Shabby è elegante ma senza ostentazione, i mobili sono ‘volutamente’ rovinati dal tempo e ciò ne fa uno stile molto pratico, che non bada a piccole ulteriori ammaccature.

Le cornici per specchio o per una tela, oppure i tavolini o le poltroncine, trovano nello Shabby la loro giusta collocazione sia in un ingresso, in un bagno o in un corridoio.

Per la scelta del materiale, il legno è sicuramente al primo posto, per mobili, cornici, orologi, lampade, bauli, cassette… perfette le vecchie porcellane bianche, oppure gli oggetti antichi, sia in ceramica chiara che in vetro, come vasi e bottiglie, bicchieri.

La stoffa è un elemento che non può mancare in questo stile. Va benissimo per i quadretti vichy e le stoffe floreali o il toile de jouy, per personalizzare divano, piccoli cuscini, quadretti, tende e tovaglie. Sono tipiche dello Shabby le iniziali utilizzate per abbellire una porta o un lettino.

Inconfondibili le Camere da letto stile shabby chic, con i letti ampi, armadi dalle tinte delicate, grandi comò con decorazioni floreali e comodini anche spaiati con lampade e abat-jour old style.

Per il bagno lo stile Shabby è molto indicato, mobili da bagno con ripiani o chiusi con ante e meravigliosamente usurati ad arte con lavabi old style saranno ideali nelle case arredate con questo stile. Accessori in ceramica o ferro battuto si sposeranno perfettamente con il resto.

Questa voce è stata pubblicata in Prodotti. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>