Bonus Mobili 2013: ristrutturare casa

Novità importante relativa alle detrazioni previste per ristrutturare casa: il nuovo governo Letta ha deciso di istituire un bonus mobili per il 2013, estendendo così di fatto la possibilità di ottenere agevolazioni in fase di ristrutturazione. La detrazione del 50% per le ristrutturazioni è stata prorogata al 31 dicembre 2013, grazie al Decreto pubblicato all’interno della Gazzetta Ufficiale del 4 giugno.

Il provvedimento mira a incentivare gli acquisti in modo fa sbloccare anche l’economia italiana: ancora da definire però le modalità di applicazione complete delle detrazioni: inizialmente sembrava che il bonus fosse applicabile ai soli mobili fissi e alle cucine in muratura, poi si è parlato di un “generico” tutti i pezzi di arredamento che verranno destinati all’abitazione interessata dalle opere di ristrutturazione. Proprio in questi giorni Federmobili ha proposto all’Agenzia delle Entrate di inserire tra i mobili detraibili tutti quelli presenti nella voce CM 31 dell’elenco ATECO (escludendo pertanto lampade e apparecchi da illuminazione e prevedendo limitazioni per gli elettrodomestici)

Ma come capire allora a quali mobili potrà essere applicata la detrazione? Per avere la certezza definitiva occorre attendere delucidazioni dalla nuova Circolare che è ancora in fase di stesura. inseriti nell’abitazione ristrutturata. All’interno della circolare dovranno essere chiariti altri punti rimasti in sospeso, come l’arco temporale di applicazione della detrazione: se è certa la data di fine (31 dicembre), non altrettanto lo è quella di inizio. Il provvedimento decorre dal 4 giugno (data di pubblicazione sulla Gazzetta) o dal 1 luglio (primo giorno della proroga con estensione ai mobili)? Inoltre il decreto è da considerarsi retroattivo oppure no?

Per rispondere a queste domande occorrerà attendere ancora un po’, sperando che il governo Letta riesca a fare chiarezza entro fine mese. L’unica cosa al momento certa sembra essere quella relativa alle modalità di richiesta del bonus mobili. Tale bonus può essere richiesto per ogni singola unità immobiliare ristrutturata, ma esiste un tetto massimo di 10.000 euro. Per richiedere il bonus l’iter da seguire è quello classico della detrazione del 50% per le ristrutturazioni, che prevede l’indicazione degli estremi catastali dell’immobile da ristrutturare.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Bonus Mobili 2013: ristrutturare casa

  1. sedia scrive:

    Esattamente quello che cercavo. Terzo Lombardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>