Casa intelligente all’IFA 2012

Sapete cos’è una casa intelligente? Se ne occupa la domotica, studiando tutte quelle tecnologie volte a migliorare la qualità della vita all’interno di una casa. E’ una scienza nuova, multisettoriale, che comprende ad esempio l’ingegneria, l’elettronica e l’informatica. Una casa intelligente è dunque principalmente una casa super tecnologica, in cui l’innovazione gioca un ruolo fondamentale nella quotidianità di chi la abita. Non è dunque una sorpresa trovarla proprio all’IFA 2012, la fiera interazionale dedicata all’elettronica di consumo che si tiene ogni anno a Berlino, dove vengono presentate le ultime novità.

Qui è possibile dal 31 Agosto al 5 Settembre toccare con mano una casa intelligente, scoprire le sue funzioni e capire come funziona. Il visitatore può vedere come la E-House si controlla attraverso il cellulare, come è possibile gestire il consumo energetico dallo schermo, quale luce LED scegliere per creare la giusta atmosfera. La tecnologia della E-Haus serve a creare una casa confortevole per i portatori di handicap. Nello stand ad essa dedicato, gestito dalla ZVEH (German Confederation of Electrical and Information Technology Crafts), vengono presentati tutti quei prodotti e sistemi che servono a rendere la casa intelligente. Ma vediamo più in dettaglio le varie caratteristiche.

Il carattere della casa intelligente

Il controllo gioca un ruolo fondamentale nel concetto intelligente, nel senso che la casa può essere controllata dall’utente grazie a interfacce (es. telecomandi, smartphone, computer ecc.), che permettono di agire sulla casa e ad es. accendere la luce, avviare il riscaldamento o l’acqua calda della vasca sulla strada dal lavoro a casa. L’interfaccia collega l’abitante con il computer centrale della casa, che ne costituisce il cervello.
Il risparmio è un’altra caratteristica centrale nella casa intelligente. Si parla soprattutto di risparmio di tempo e di risparmio ecologico. Potendo controllare a distanza la casa, una serie di attività che nelle case tradizionali devono essere fatte di persona e richiedono dunque tempo, possono essere sbrigate a distanza da un apparecchio come il cellulare o in casa da un pannello centrale di controllo.
Con “casa intelligente” spesso si intende anche una casa ecologica che si autoalimenta. Questo riguarda le tecnologie utilizzate nella sua costruzione, come ad esempio materiali da costruzione di ultima generazione che rendano un’abitazione una cosiddetta “casa passiva”, un immobile che non necessita per il riscaldamento una fonte tradizionale di riscaldamento. Il risparmio energetico è dunque parte integrante della casa intelligente.
Un altro carattere fondamentale della casa intelligente è la sicurezza, garantita da sofisticati sistemi di allarme che proteggono i suoi abitanti.
L’impianto elettrico, di climatizzazione, di sicurezza e di automazione domestica sono i settori d’intervento principali. Gran parte degli impianti domotici vengono oggi in Italia installati in case di nuove costruzione, in cui, a differenza di immobili preesistenti, molto più semplici sono gli interventi di collegamento. Una nuova scienza ricca di possibilità, in cui molti sono ad esempio i corsi di formazione.
Per aggiornamenti, notizie e curiosità sul tema “domotica” vi consiglio questo sito.

Un esempio di casa intelligente….

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>