Classificazione Energetica Edifici: Normativa

Importante provvedimento volto ad aumentare la sensibilità e l’attenzione verso il tema del risparmio energetico: dal primo gennaio infatti diventa obbligatoria la comunicazione della classificazione energetica degli edifici anche negli annunci di vendita ed affitto. La normativa si rinforza dunque dopo l’obbligo introdotto a marzo a carico del proprietario di un immobile di dare informazione sulla situazione della certificazione energetica del palazzo. In caso di mancato rispetto della norma la Regione Lombardia ha per esempio previsto una sanzione da 1000 a 5000 euro per ogni annuncio che trasgredisce la regola.

Come ben si intuisce dunque diventa sempre più importante l’attestato di Certificazione energetica, che viene registrato presso gli uffici del catasto della Regione e timbrato dal Comune stesso. Una volta redatto, il certificato è valido per dieci anni, anche se ricordiamo che il suddetto documento deve comunque essere rinnovato ogni volta che si effettuano modifiche in grado di influire sulle prestazioni energetiche dell’appartamento. La valutazione energetica di un immobile varia infatti in base a più parametri tra i quali la qualità dell’involucro, direttamente influenzata dal tipo di muratura esterna, la pavimentazione e gli infissi per esempio.

Questa voce è stata pubblicata in Normative. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>