Come Restaurare Mobile Antico

Ecco riassunto in pochi passi come restaurare un mobile antico. La prima cosa da fare è collocare il mobile in un’epoca ed uno stile. Questo permette di capire se operare ad un restauro conservativo oppure ad un restauro antiquariale: se conservare la vernice, se sverniciare e come lucidare.

La sverniciatura è la prima fase: i nuovi sverniciatori in gel sono utili perchè rimuovono la vecchia vernice rispettando il legno. Si utilizza di solito una paglietta in legno che non danneggia il mobile.

Antitarlo: il tarlo è il peggior nemico del mobile. Una volta individuata la presenza dell’animale nel legno conviene trattarlo con la Permetrina che è un insetticida veicolato con un solvente inodore ed incolore. Per la sua conformazione, la permetrina arriva in profondità nel legno seguendo le sue capillarità.

Falegnameria: un momento importante nel restauro. Sostituire è molto più facile che riparare ma l’abilità di un bravo restauratore sta proprio nella capacità di scegliere quale delle 2 opzioni adottare.

Preparazione del mobile: questa operazione comprende la pulitura, per rimuovere tracce di colla o altri materiali, stuccatura per chiudere eventuali fori o difetti della superficie, carteggiatura per eliminare lo stucco in eccesso, coloritura, effettuata con un mordente per uniformare la superficie e tonizzare parte restaurate pesantemente.

Lucidatura: si prepara la vernice di gommalacca, e dopo si decide se lucidare a pennello o a tampone, a mezzo poro o con il benzoino.

Patinatura: un mobile restaurato deve sembrare più naturale possibile, per questo è un effetto sgradevole all’occhio vederlo “lucido”. la patinatura è l’ultima operazioen che consente di dare al mobile quell’ aria invecchiata che lo rende tanto affascinante.

Forza, tirate fuori dalla soffitta i vostri vecchi mobili e scoprite l’artista che è in voi!

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>