Come Rimettere a Nuovo la Vasca da Bagno

Col passare degli anni la propria vasca da bagno di casa può perdere lucentezza, il bianco può ingiallirsi o si possono creare degli aloni o delle macchie di ruggine molto anti-estetiche. Uno dei motivi principali della formazione di queste macchie è la mancata manutenzione periodica dello smalto della vasca. Lo smalto infatti è soggetto ad usura a causa sia del calcare dell’acqua sia dei prodotti che vi vengono utilizzati.

Quando la propria vasca inizia a presentare alcuni di questi problemi è il caso di pensare di farle qualche ritocco per farla tornare al bianco originario.

Ecco qua allora alcuni consigli per rimettere a nuovo la propria vasca di casa:

  • Nel caso in cui sia semplicemente un problema di qualche alone il primo tentativo da fare è quello di una pulizia meticolosa volta ad igienizzare e a riportare la vasca alla lucentezza come quando è stata acquistata. In questo caso esistono molti prodotti specifici ma quello che noi vi proponiamo è un metodo alternativo fai da te: prendete limone, aceto, detersivo per piatti e sale. Create una miscela con questi 4 elementi in questo ordine: prima mescolate limone ed aceto in uguali misure (spremete almeno 3/4 limoni); poi aggiungete al composto un pò di sale e del detersivo per piatti. Una volta amalgamato il vostro prodotto abrasivo potrete iniziare a stenderlo sulla superficie della vasca senza problemi utilizzando una spugnetta dal lato ruvido. Riuscirete così a sgrassare gli aloni e le ingialliture del calcare. A questo punto lasciate agire il prodotto creato per circa un quarto d’ora e poi risciacquate con acqua fredda. L’operazione può essere ripetuta quante volte volete se lo ritenete necessario.
  • Il secondo caso è quello più impegnativo ed è quando la vostra vasca presenta problemi di ruggine importanti. In quel caso è necessario rismaltare la vasca.
    La rismaltatura è un procedimento non molto difficile che può essere fatto anche in autonomia. Per prima cosa proteggete con dello scotch le supefici del bagno che non dovete smaltare e procedete col decappaggio: procedimento di igienizzazione e pulitura di base (procedimento descritto in alto). Procedete poi con una spugnetta di acciao grattando tutta la superficie della vasca così da rimuovere il vecchio smalto. Passate un panno cattura polvere per eliminare eventuali residui della raschiatura. A questo punto dovete spruzzare a caldo l’aggrappante isolante che serve per mantenere l’aderenza dello smalto ed infine dopo aver preparato lo smalto stendetelo con un rullo a pelo corto sulle parti larghe mentre per i bordi usate un pennello che sia di buona qualità per evitare la perdita di pelucchi. Lo smalto deve essere per ceramica, antigraffio, atossico e resistente agli agenti chimici. Dopo circa 72 ore dalla stesura dello smalto la vostra vasca dovrebbe eseere come nuova.

Un consiglio: dopo aver portato a termine le vostre opere di rimessa a nuovo della vasca non dimenticate di farle un’accurata manutenzione più spesso per evitare l’insorgere di nuovi problemi dopo poco tempo.

Queste stesse tecniche possono essere usate anche per il piatto doccia, ma vi sconsigliamo di usarli per le vasche idromassaggio per le quali potrebbero insorgere problemi nel caso in cui parte dei prodotti finisse nelle bocchette dell’impianto. Vi ricordiamo inoltre che l’impianto stesso delle vasche idromassaggio richiede manutenzione e pulizia onde evitare malfunzionamenti.

Hai mai provato questi rimedi per la tua vasca? ne conosci altri alternetivi? Raccontaci come hai riportato alla sua lucentezza originaria la tua vasca!

Questa voce è stata pubblicata in Arredamento. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>