Crisi Mercato Immobiliare 2012

E’ crisi nel mercato immobiliare italiano del 2012. Lo conferma anche Bankitalia. Nonostante siano cresciuti i mandati per gli agenti immobiliari sia per il numero delle vendite che degli affitti, la lentezza delle trattative blocca il mercato.

Rispetto a qualche anno fa, infatti, vendere casa è diventata un’operazione lunghissima che richiede circa 7 mesi e mezzo di trattative e di tentennamenti dalle parti che mettono adura prova l’abilità dei mediatori e la pazienza deegli interessati. Nell’ultimo trimestre la durata si è ulteriormente allungata di un mese!

Gli agenti immobiliari si lamentano anche della riduzione dei prezzi dovuta agli sconti sempre più frequenti che i venditori, per accelerare le trattative, concedono agli acquirenti per cercare di accattivarli. In alcune zone d’Italia lo sconto si attesta attorno al 14%. Si tratta delle principali aree urbane dove l’offerta è maggiore e maggiori sono le difficoltà per gli agenti immobiliari di incontrare difficoltà nella vendita.

Ciò che preoccupa di più gli agenti immobiliari è un mercato che sta diventando sempre più libero in cui il gioco al ribasso e la sleale concorrenza porteranno sicuramente al collasso.

La situazione più grave, come si può intuire, almeno per quanto riguarda le vendite, è al Sus d’italia.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>