Decorare pareti con adesivi murali

Da qualche anno è esplosa una vera e propria mania, quella di decorare le pareti della propria casa, dalla camera da letto fino al salone, passando per la camera dei bambini, con adesivi murali: carta da parati o stickers da attaccare sulle pareti, di varie tipologie e colori, con dimensioni e forma diversa, a seconda dei gusti di ciascuno. 

Il sito www.adesivimurali.com offre un’ampia gamma di scelta: idee originali con cui sbizzarrirsi, dando spazio a creatività e fantasia. Un effetto visivo di ampio risalto e di impatto, con cui personalizzare la casa.

La carta da parati, ad esempio, si può trovare in diverse varianti: moderna, sicuramente più vivace con immagini che richiamano la natura; classica, decisamente più calda con disegni che propongono strumenti musicali o paesaggi, ma anche lo zen con rappresentazioni floreali molto esotiche, colorate e fantasiose come la carta per la cameretta dei bambini. Sempre per i più piccoli, si possono trovare porte e finestre illusione, veri e propri pertugi nel mondo della fantasia, e i metri in carta.

I prezzi variano a seconda dei modelli: si parte da un minimo di 25 euro e, via via più in alto, a seconda delle dimensioni. Sognanti le decorazioni adesive in carta da parati per le favole illustrate da Viola: Pippi Calzelunghe, Pinocchio, Il Piccolo Principe e molte altre storie. Ma anche vetrofanie da applicare all’esterno delle vetrine, ad esempio in negozio. Ognuna secondo un tema specifico: Halloween, Natale, festa del papà o quella della mamma, passando per Pasqua e Carnevale.

Preziosi stickers sono quelli che rappresentano gioielli, brillanti come i disegni che riproducono, un’idea più chic per la casa. Gli adesivi sono anche originali appendiabiti, ciascuno dotato di pomelli: gabbiette, lampioni con gatti e farfalle, cuori, ramo di ciliegio su cui appendere vestiti, giacche e golfini. Per i più ambiziosi? Uno sticker personalizzato con “la tua frase”, per fissare su parete pensieri e aforismi o, perché no, versi di canzoni.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>