Novità: arredamento in lana cotta

Tra i materiali naturali più sfruttati negli utlimi tempi è sicuramente ai primi posti la lana cotta. Un tipo di tessuto che comunemente troviamo utilizzato nella realizzazione di decorazioni per l’abbigliamento (spille, bijoux) o di accessori (borse, portamonete, astucci). L’ultima tendenza in fatto di design è l’utilizzo della lana cotta nei rivestimenti dei complementi d’arredo, rendendoli così morbidi al tatto, più resistenti agli urti e alle macchie.
La lana cotta viene realizzata mediante lavaggi ad alte temperature senza l’aggiunta eventuali prodotti chimici. E’ un tessuto economico rispetto ad altri che hanno bisogno di procedure di realizzazione molto più elaborate.

Tra gli oggeti che hanno riscosso maggiore successo segnaliamo le sedie di Raw Edges, la sedia disegnata da Julia Gorandsdotter e quella disegnata per la ditta italiana Cappellini da New York Dror Studio. Tutte molto all’avanguardia, dotate di confort, originalità e versatilità. Nel caso delle sedute di Raw Edges da valore anche il fatto che siano ecosotenibili.

Sedie in lana cotta

Oltre a questo tipo di complementi emergono anche la simpatica credenza di Chuck Routhier, il letto Step di Monica Graffe e la mensola di feltro e legno di Pal Jacobsen e Margarita Garcia. Anche qui la fantasia applicata alla praticità si è rivelata la chiave di volta per la realizzazione di questi elementi per il soggiorno o la camera da letto tenendo conto di confort, gusto e originalità nell’arredamento.

complementi d'arredo in lana cotta

Questi poi sono solo alcuni degli oggetti che si stanno producendo sfruttando questo splendido materiale. Ci aspettiamo di scoprire nuovi elementi nel corso del 2013 in qualche fiera nazionale ed internazionale.

Questa voce è stata pubblicata in Arredamento. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>