Nuova generazione di Televisori: in arrivo le OLED TV

Vogliamo aggiornarvi sulla nuova generazione di televisori che a breve entrerà in commercio. Tra i tanti prodotti di consumo presentati all’IFA 2012 troviamo le nuove TV OLED. Già gli anni scorsi furono presentate alla grande fiera dell’elettronica, ma ancora mancava loro il giusto appeal, erano ancora dei prototipi un pò troppo piccoli che scomparivano dietro i giganteschi schermi LED e simili. Quest’anno LG e Samsung  mostrano questi enormi televisori molto migliorati. Ma cosa vuol dire OLED e cosa li differenzia dai televisori attuali?

OLED (Organic Light Emitting Diode o “diodo organico ad emissione di luce”) è una nuova tecnologia che riguarda la struttura del materiale che compone uno schermo, in questo caso formato da sottilissimi strati di materiale organico (ovvero con una struttura prevalentemente in carbonio). Uno schermo OLED, a differenza di uno a cristalli liquidi LCD, produce luce propria senza bisogno di fonti esterne di luce, quindi senza retroilluminazione.

Vantaggi

Questo permette di realizzare schermi più sottili (alcuni con uno spessore di 3 mm!) e soprattutto con un maggiore risparmio energetico. E’ sulla produzione del televisore enorme e ultrapiatto che sembrano investire nelle loro ricerche le principali aziende produttrici di elettronica come la Samsung, la LG o la Toshiba.
Altro vantaggio degli schermi OLED sono l’ottimo contrasto e la brillantezza dei colori (un 20% in più rispetto ad un normale televisore LED). I prodotti presentati dalle aziende coreane Samsung e LG hanno inoltre degli schermi non solo ultrasottili, ma anche giganteschi, da 55 pollici.

Svantaggi

Il principale svantaggio degli schermi OLED è la durata ovvero la loro deperibilità. Infatti, essendo composti da materiale organico, questo tende a esaurirsi, ovvero a perdere la capacità di emettere luce, in un tempo molto più breve rispetto agli schermi LCD, a LED o al plasma. Si parla di circa 14.000 ore (5 anni ad 8 ore al giorno) dello schermo OLED contro i circa 60.000 degli altri. Eppure sembra che Toshiba e Panasonic stiano sviluppando una tecnologia che permette di raddoppiare la vita di uno schermo OLED.
Un altro svantaggio è indubbiamente il prezzo, almeno per il momento. Per i primi TV OLED sul mercato (3-4 anni) si parla infatti di un prezzo che si aggirerà sui 7000 euro.

I televisori OLED saranno dunque un prodotto di nicchia, che in pochi potranno permettersi, almeno all’inizio, quando i nuovi prodotti super tecnologici immessi sul mercato sono anche super costosi.

Ecco uno dei modelli presentati all’IFA 2012:

Questa voce è stata pubblicata in Prodotti. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>