Nuovo metodo per risparmiare sulle bollette

Oggi voglio parlare di un progetto arrivato dalla Calabria relativo ad un nuovo software che permette di risparmiare sui costi delle bollette grazie alla sua integrazione con i dispositivi mobili di cui ognuno di noi dispone.

Quello che è innovativo è la possibilità di avere appunto un software, fruibile attraverso app realizzate appositamente per iphone, android e ipad, che ci consente di controllare i consumi aggiornati in tempo reale. Facciamo un esempio pratico:
accedendo al portale dal proprio telefono (quindi anche fuori casa) possiamo monitorare se il nostro appartamento sta consumando energia inutile, magari perchè abbiamo lasciato qualche elettrodomestico acceso o qualche luce accesa in casa.

Il reale vantaggio è monitorare per evitare gli sprechi. Rendendoci conto giornalmente del consumo per esempio derivato dall’utilizzo dei condizionatori in casa è effettivamente possibile stimare come risparmiare su questo costo, magari modificandone gli orari di utilizzo.

Questo sitema che prende il nome di IRC (Intelligente Remote Controller) non solo ci permette di fare operazione di monitoraggio, ma ci permette anche di apportare modifiche ai consumi. E’ un sistema intelligente come dice la sigla stessa che è in grado per esempio di percepire il grado di luminosità esterna e regolare in funzione di esso la luminosità interna dell’appartamento.

L’ingegnere e professore Floriano De Rango circa 3 anni fa ha iniziato la progettazione di questo sistema supportato da alcuni studenti ai quali aveva assegnato dei compiti di studio sulla domotica. Dal lavoro congiunto ne è nato questo progetto che già ha riscosso successo vincendo il premio speciale Intel Business Challenge.

Il sistema ovviamente non è in grado di monitorare solo i consumi di energia, ma anche di acqua e gas. Grazie a questo sistema è dunque facilmente rintracciabile la presenza di perdite d’acqua nell’impianto idrico della nostra casa e nello stesso tempo valutare i consumi di gas derivanti dall’utilizzo magari sbagliato dei termosifoni. Visitando il sito dell’IRC è possibile ottenere altre informazioni utili su questo nuovo progetto.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>