Categorie protette: informazioni e consigli


Per chi sfogliando un giornale si fosse imbattuto in un annuncio riservato alle categorie protette e si chiedesse cosa fossero oppure anche per chi senza saperlo ne faccia parte ecco un pò di informazioni e consigli utili.

C’è un’apposita legge, la 482/68 che regolamenta e tutela i lavoratori ritenuti portatori di disabilità: coloro che sono stati accertatamente ritenuti invalidi dal punto di vista fisico, psichico o sensoriale. A loro la commissione ha attribuito una disabilità superiore al 45% o quantomeno superiore al 33%.

Fanno parte della categoria anche gli invalidi di guerra o che comunque abbiano prestato un servizio allo stato e i non udenti.

Per i non vedenti la distinzione è tra coloro a cui è stata accertata la cecità assoluta e coloro che ripotino visibilità ridotta ad un decimo.

Un tempo ne facevano parte anche gli orfani e le vedove ma in seguito la normativa è stata rivista e al momento attuale è una commissione nominata dall’asl a certificare solo veri e propri deficit fisico-psichici e a stabilire i tempi per controlli che accertino anche in seguito la continuità di appartenenza alla categoria.

categoria protetta

La legge 68/99  è una revisione della precedente che ne sanciva l’inserimento con una visione assistenzialistica; ad oggi essi vengono ritenuti lavoratori in grado di contribuire attivamente a livello produttivo all’interno di un’azienda.

In Italia le aziende hanno l’obbligo di assumere fino al 7% di lavoratori di questo tipo se superino i 150 dipendenti ( dal calcolo sono esclusi dirigenti, apprendisti, stagisti, temporanei e telemarkers).

Il consiglio per coloro che appartengono alla categoria è di presentarsi presso i centri per l’impiego, sebbene esista anche la possibilità di essere contattati direttamente dal titolare di un’azienda.

La prassi è quella normale: si viene convocati a colloquio se si possiedono i requisiti richiesti o quantomeno ci si avvicina molto alle esigenze dell’azienda.

Per partecipare alle selezioni è sufficiente presentare un certificato di invalidità e una certificazione di disoccupazione rilasciata da un qualsiasi ufficio del lavoro.

Fatto questo non resta che aspettare di ricevere una chiamata e..in bocca al lupo!

Pubblicato in News | Lascia un commento

Chiedere Mutuo: Dati e Consigli

Avere una casa  è da sempre un’ ambizione a cui propendere per realizzare se stessi all’interno del proprio nucleo familiare. Oggi però chiedere un mutuo ed ottenerlo sembra diventato un vero e proprio sogno proibito soprattutto per i giovani. Ecco alcuni dati significativi e consigli per agevolarli in questo cammino spinoso.

Secondo le indagini di mercato l’età media di richiesta si aggira oggi intorno ad i 36 anni. Si potrebbe dare la colpa alla tipica propensione del bel paese a rimanere nella casa genitoriale il più a lungo possibile ma in realtà sotto sotto c’è l’estrema difficoltà dei giovani di distaccarsi dal nucleo d’origine per questioni economiche e soprattutto la situazione lavorativa precaria che impedisce in molti casi di possedere i requisiti per la richiesta.

I mutui richiesti dagli under 3o sono solo il 24% rispetto all’intero mercato, di questi solo un 5% quelli realmente concessi. Significativo un altro dato che riporta comunque alla condizione difficile dei giovani : le richieste degli over 60. Si tratta ovviamente di genitori che si accollano il mutuo dei figli per permettere loro di crearsi una famiglia.

Non è un caso che siano raddoppiati i mutui per richiedere liquidità ( 4,1%), altro sensore d’allarme della crisi economica.

Dall’altra parte le banche stanno adottando una politica di razionamento che consiste in linea di massima nello scegliere tra l’opzione di non concedere alcun credito oppure un importo piu basso ( di circa il 20%) rispetto a quello richiesto.

Il consiglio per chi deve richiedere un mutuo per acquistare casa è quello di farsi fare una valutazione da parte di un esperto sulla fattibilità di ottenimento o meno rispetto all’immobile indicato.

Inoltre è sempre bene visitare diversi istituti di credito prima di scegliere e vincolare la richiesta di mutuo all’effettivo acquisto della casa: non aspettare troppo tempo tra richiesta e rogito è garanzia che la banca mantenga le stesse condizioni ( di solito 3 mesi) e lo spread non subisca aumenti.

Da ultimo valutare anche altri tassi d’interesse, oltre agli ormai noti fisso e variabile. Il tasso misto permette, seppur entro un  lasso di tempo di poter cambiare in corso di eventi il tasso prescelto. Visti i tempi che corrono la flessibilità è un requisito indispensabile per affrontare al meglio un passo così importante.

Pubblicato in News | Lascia un commento

Mutui costruzione casa documenti da presentare


Per ottenere un mutuo su una casa in costruzione, la banca richiede la normale documentazione ordinaria: copia documento e codice fiscale del richiedente, certificato di residenza, stato di famiglia, certificato di nascita, copia del permesso di soggiorno (cittadini extracomunitari), certificato di stato libero o di matrimonio, eventuale sentenza di separazione o divorzio unitamente ai documenti reddituali ( buste paga e contratto di lavoro per i dipendenti e copia dell’unico e ultimi estratti conti bancari per gli autonomi) e infine il compromesso e gli altri documenti legati prettamente all’immobile (copia documento abitabilità, copia atto di provenienza)

Oltre a questi documenti di prassi normale, si devono però aggiungere altri documenti: atto di provenienza del terreno, capitolato dei lavori, elaborato tecnico progettuale definitivo, computo metrico estimativo redatto dall’impresa che effettuerà i lavori.

Dopo aver effettuato una perizia tecnica ed aver valutato la fattibilità, la banca provvederà ad erogare il mutuo a stato avanzamento lavori. In genere l’erogazione della prima tranche avviene solo dopo la realizzazioen delle fondamenta e della struttura portante.

Pubblicato in News | Lascia un commento

Giovanisì: un bando per il contributo all’affitto per i giovani toscani


Vorreste andare a vivere da soli? Uscire dalle pareti domestiche, diventando più indipendenti da quelle che, talvolta, sono concepite come incombenze genitoriali? Una scelta, quella di andare a vivere per conto proprio, che potrebbe consentirvi di mettere alla prova capacità di sopravvivenza. Perché non provare allora? Continua a leggere

Pubblicato in News | Commenti disabilitati su Giovanisì: un bando per il contributo all’affitto per i giovani toscani

Lucidare e ravvivare il pavimento in marmo

Il tuo pavimento in marmo è uno dei punti forti della casa e dona un certo pregio a tutto l’ambiente, ma come ben saprai è un tipo di pavimento molto delicato e soggetto, se non curato costantemente, a graffiarsi e diventare opaco. Scopri i nostri consigli per lucidare e ravvivare il tuo pavimento in marmo, per farlo essere sempre “al massimo”! Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Il fai da te stimola la mente e fa risparmiare

La creatività è forse una delle pochissime cose che non perdono mai valore, nemmeno in una società che predilige lavorare con macchine e computer. Ciò che la mente umana può pensare, e poi mettere in pratica grazie al lavoro manuale, è qualcosa di prezioso. Togliete a un individuo la facoltà di creare e lo trasformerete in un essere abulico e triste, senza alcun tipo di risorsa. Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Accessori per animali: le proposte arrivano dal web

Avete degli animali che vivono con voi? Classici animali domestici come cani e gatti, o quelli non convenzionali come criceti, tartarughe, serpenti, pappagalli. Sentite la necessità di rendere la vostra casa uno spazio che sia per loro ospitale, comodo, accogliente, insomma, il migliore dei luoghi possibili dove potrebbero vivere, appagando così il profondo affetto che nutrite nei loro confronti? Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Decorazioni Natalizie per addobbare albero e casa

Mancano poche settimane a quella che può essere considerata una delle feste comandate più osannata e celebrata di tutto il calendario: il Natale. Scatoloni impolverati che vengono riesumati dalle cantine, che contengono qualsiasi tipologia di ninnolo: le vecchie palline di Natale appartenenti, magari, alla vecchia prozia, o quelle più recenti fatte di plastica, che riproducono le forme più disparate. Ghirlande per decorare la porta, fiocchi multicolore utilizzati per abbellire gli abeti natalizi, ma anche fili intrecciati, il più delle volte difficilmente snodabili, di serie luminose da appendere sull’albero o da attaccare fuori dal terrazzo. Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Una vetrina di idee su Buru Buru

Volete rendere la vostra casa confortevole e accogliente? Uno spazio moderno e allo stesso tempo glamour, dove vivere circondati da oggetti colorati e luminosi, di design? Un luogo dove accogliere ospiti e amici, facendoli sentire a casa loro, sentendosi così a proprio agio?  Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Tappeti indiani in ciniglia di cotone: come pulirli

Avete appena acquistato un tappeto indiano in morbida ciniglia di cotone interamente fatto a mano su telai antichi e con disegni suggestivi e attraenti. Benfatto!
La domanda però sorge spontanea, come fare per pulirli in maniera ecologica e fai da te? Continua a leggere

Pubblicato in Arredamento | Lascia un commento