Risparmiare Acqua in Casa

risparmiare acqua

Una delle spese maggiori, dopo il riscaldamento è quella che viene dedicata all’acqua: spesso, a causa di cattive abitudini e quindi in maniera del tutto inconsapevole, non ci accorgiamo di quanto sprechiamo questo prezioso bene. Leggendo questa guida potrai imparare come sia semplice risparmiare acqua in casa e come modificando comportamenti errati sia possibile spendere molto meno in bolletta.

I consigli che troverai di seguito riguardano non solo i piccoli gesti quotidiani, ma anche indicazioni relativi ad accorgimenti tecnici da adottare, se possibile, per cominciare a dare un taglio alle spese inutili. I primi consigli riguardano senza dubbio gli accorgimenti tecnici: controllare l’impianto idrico è infatti fondamentale per evitare di pagare acqua che in realtà non consumiamo. Anche un piccolo foro nelle tubature, seppur quasi impercettibile ad occhio nudo, può farti perdere intorno ai 2000 litri di acqua al giorno. Come puoi intuire è dunque opportuno non trascurare perdite provenienti da rubinetto o water. Come fare ad accorgersi di una perdita? Anche se considerata una operazione noiosa, occorre controllare i dati forniti dal contatore: prima di andare a letto quindi leggi il contatore e la mattina torna a leggerlo per verificare se ci sono state variazioni. In tal caso chiama subito un idraulico e fai controllare le tubature.

Sempre per quanto riguarda i consigli tecnici, potresti valutare la possibilità di installare un aeratore a basso flusso o miscelatore d’aria: questi piccoli oggetti sono facili da montare e soprattutto garantiscono una notevole riduzione del consumo, che può raggiungere anche il 50%. Questo significa che per una famiglia classica composta da tre persone il risparmio totale annuo può essere preventivato in decine di migliaia di litri in un anno.

risparmiare acqua casa

Risparmiare acqua però non è una operazione che può essere portata avanti soltanto adottando accorgimenti tecnici. Come detto in precedenza spesso l’elevato consumo dipende da abitudini sbagliate e quindi è importante una certa “educazione idrica” per poter risparmiare. Per prima cosa dobbiamo fare attenzione ai nostri comportamenti in bagno: lasciar scorrere l’acqua del rubinetto quando ci laviamo i denti o le mani è una delle maggiori cause di consumo di acqua. Per questo è consigliabile tenere l’acqua aperta soltanto per il tempo necessario a bagnarsi e risciacquarsi.

Altro motivo di spreco, tipicamente maschile, in questo caso è quello relativo alla rasatura: durante tale attività potresti decidere di riempire il lavello di acqua e utilizzare “l’acqua stagnante raccolta” per sciacquare il rasoio. In questo modo il rubinetto verrebbe aperto soltanto per ripulire il viso dai residui della schiuma da barba. Sempre per quanto riguarda la normale pulizia del corpo è inutile ricordarti come scegliere una doccia al posto della vasca da bagno possa permetterti un consumo più che dimezzato sulle bollette dell’acqua. Per riempire una vasca infatti occorrono circa 100-150 litri di acqua, consumo che si abbassa intorno ai 50 litri utilizzando una normale doccia.

Altra cattiva abitudine è quella di utilizzare il wc come pattumiera per l’immondizia: forse non tutti sanno però che ogni volta che decidiamo di tirare l’acqua il consumo è di circa 10 litri di acqua. La soluzione per ridurre sprechi potrebbe essere in questo caso quello di adottare scarichi intelligenti con un pulsante che permette l’interruzione del flusso di acqua o con una manovella.

risparmiare acqua in casa

Come vedi sono molte le possibilità per risparmiare e considera che finora abbiamo parlato soltanto degli sprechi che riguardano il bagno. Altre attività che richiedono un ingente consumo di acqua sono quelle legate alla cucina e al giardino. In cucina per esempio il maggior consumo si registra nella quotidiana attività di pulizia delle stoviglie: in tale occasione il problema nasce spesso da un uso eccessivo di sapone, cosa che comporta un successivo impiego di un maggior quantitativo di acqua per il risciacquo. Lavare i piatti in una bacinella potrebbe permetterti di non tenere il rubinetto sempre aperto e potrebbe farti risparmiare così nella fase di risciacquo. Il trucco della bacinella può tornarti utile anche nel caso tu debba risciacquare la verdura o nel caso tu abbia bisogno di utilizzare l’acqua calda. In questo secondo caso potresti raccogliere l’acqua fredda in una bacinella e utilizzarla in seguito per altre attività (risciacquo dei piatti o per annaffiare).

Per risparmiare acqua un altro utile consiglio è quello di scegliere i cicli economici e far partire sia la lavatrice che la lavastoviglie soltanto una volta raggiunto il pieno carico: fare lavaggi a mezzo carico comporta soltanto uno spreco inutile di acqua, che alla fine dell’anno può farti consumare anche migliaia di litri in più rispetto al necessario. Lo stesso discorso vale per il tipo di lavaggio: nel caso della lavatrice infatti lavare a 30° permette un minor consumo di acqua rispetto al solito lavaggio a 90°. Infine considera sempre la possibilità di acquistare elettrodomestici di classe A: anche se ha un costo maggiore iniziale, il risparmio sia in termini di consumo acqua ed energia è garantito.

risparmiare acqua annaffiare giardino

Per quanto riguarda invece il capitolo giardino gli accorgimenti da adottare sono molto più contenuti e probabilmente più scontati. Ovviamente è infatti consigliabile annaffiare le piante in serata, in modo da ridurre l’eventuale evaporazione dell’acqua. Per tale attività inoltre le possibilità di risparmio sono molteplici e vanno dall’utilizzo dell’acqua raccolta nelle bacinelle nell’arco della giornata, all’utilizzo di acqua piovana, raccolta in appositi contenitori. Nel caso potresti anche decidere di utilizzare piccoli irrigatori a micropioggia, da programmare per la notte, quando i consumi sono ridotti.

Questi sono i principali comportamenti da utilizzare quotidianamente se vogliamo risparmiare sull’acqua di casa. Iniziare dalle cose più ovvie e basilari può essere già sufficiente per ottenere un primo importante abbassamento dei costi in bolletta. Mano a mano che entrerai nell’ottica potrai trovare anche ulteriori soluzioni in grado di farti ridurre gli sprechi di acqua, e se vuoi puoi decidere di lasciare un commento alla fine di questa guida per suggerire agli altri nuovi possibili risparmi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>