Risparmiare sul Riscaldamento: Controllo Caldaia e Termosifoni

risparmiare riscaldamento caldaia e termosifoni

Come già accennato nella sezione generale dedicata al risparmio in casa, una delle spese di casa che influisce maggiormente sulle tasche degli italiani è quella relativa al riscaldamento. Non vi preoccupate, nessuno vuole consigliarvi di tenere i riscaldamenti spenti in inverno e coprirsi di più…sarebbe da pazzi e noi non lo siamo. Ma allora come è possibile risparmiare sul riscaldamento?

I consigli sono molti e come spesso accade leggendoli possono sembrarti banali, ma non tutti vi prestano la dovuta attenzione. Cerchiamo dunque di fare chiarezza. Per prima cosa, non aspettate mai l’ultimo momento per verificare la piena efficienza del vostro impianto di riscaldamento, ma controllate per tempo: a fine estate, nei primi giorni di autunno, è il momento più opportuno per fare un test preliminare del funzionamento della vostra caldaia. Questo vi eviterà di dover patire freddo nel caso il vostro impianto abbia deciso di abbandonarvi all’ultimo secondo. Pertanto ricordati di far svolgere la consueta manutenzione annuale della caldaia almeno con un mese di anticipo rispetto al normale periodo di accensione. Una caldaia non efficiente aumenta infatti i consumi e dunque l’importo in bolletta.

Periodicamente cercate di far controllare anche i fumi e lo stato delle tubature (ogni 2 anni circa) così come previsto per legge. Un cattivo isolamento dell’impianto è spesso la prima causa di dispersione del calore, quindi di spreco di riscaldamento.

risparmiare riscaldamento controllo caldaia termosifoni

Effettuati i controlli preliminari verificate direttamente dal termosifone la presenza di aria: se parte del termosifone è ghiaccia significa che c’è un residuo di aria e perciò occorre agire sulla apposita valvola di sfiato (se non fosse presente fatene installare una) ed effettuare lo spurgo. L’aria nel circuito delle tubazioni tende infatti a ridurre l’efficienza del riscaldamento, andando a influire sull’azione stessa della caldaia.

Durante l’utilizzo dei termosifoni cercate di evitare di coprirli con troppi panni: sì lo so, spesso nei mesi invernali è difficile riuscire ad asciugare i panni appena lavati, ma considerate che più coprite i caloriferi e più impedite il loro effetto di riscaldamento. Lo stesso discorso vale per mobili e tende: se questi sono posti troppo vicino ai termosifoni la dispersione di calore sarà maggiore.

Altro utile consiglio è quello di impostare una temperatura di 19° gradi, al massimo 20°: considerate però che anche un solo grado di differenza porta a consumi maggiorati di circa il 6-8%. Dato che spesso risulta impercettibile la differenza tra 19 e 20° potrebbe essere una soluzione intelligente indossare un maglione in più, tenendo comunque la temperatura a 19°.

risparmiare riscaldamento controllo caldaia e termosifoni

Per una corretta impostazione della temperatura può essere utile acquistare una centralina di regolazione automatica: questa, rilevando in maniera costante la temperatura presente in casa, è in grado di evitare inutili sprechi. L’utilizzo della centralina inoltre permette di controllare in maniera migliore l’accensione e lo spegnimento della caldaia, grazie alla presenza del timer giornaliero e settimanale. In tal modo sarà possibile per esempio far accendere la caldaia un’ora prima del nostro rientro in casa (così da non trovare la nostra abitazione fredda) oppure un paio di ore prima del nostro risveglio mattutino. In tal modo sarà possibile tenere spenta la caldaia durante la notte e farla riaccendere esclusivamente nel caso la temperatura sia troppo bassa (16-16,5° gradi).

Per chiunque sia in possesso di una caldaia di oltre 20 anni è consigliabile la sostituzione, magari sfruttando particolari incentivi o offerte. Nel momento dell’acquisto di una nuova caldaia considerate la possibilità di prendere una caldaia a condensazione, in quanto offre risparmi fino al 20% sul metano.

Visto quante cose dobbiamo controllare per risparmiare sul riscaldamento? Considera che i consigli non sono ancora finiti, ma troverai nelle prossime guide altre soluzioni da mettere in pratica per risparmiare sfruttando l’isolamento termico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>